:. home page :. News :. Comunicati :. La Banca Monte Pruno chiude con la Convention di fine anno il suo 2014

22 Dicembre 2014

La Banca Monte Pruno chiude con la Convention di fine anno il suo 2014

Al Castello Macchiaroli a Teggiano la Banca celebra un altro anno di successi

Condividere il presente per costruire il futuro… Noi così amiamo fare…”. È questo il primo messaggio che il Direttore Generale della Banca Monte Pruno Michele Albanese ha lanciato a tutti i presenti in occasione della Convention di fine anno, tenutasi a Teggiano presso il Castello Macchiaroli.

Infatti, sabato 20 dicembre u.s. l’intera squadra della Banca Monte Pruno composta dal Consiglio di Amministrazione, dal Collegio Sindacale, dai dipendenti e collaboratori, dai media partners si sono incontrati nella consueta Convention di fine anno, dove è stato tracciato un bilancio dell’anno appena trascorso e sono stati dettati gli obiettivi strategici per il 2015.

La Banca Monte Pruno chiude con la Convention di fine anno il suo 2014

Ad aprire i lavori, dopo il benvenuto del Sindaco di Teggiano Rocco Cimino, sono stati i saluti introduttivi del Presidente del Consiglio di Ammistrazione Anna Miscia che ha voluto ringraziare i presenti per tutto l’impegno profuso nel corso del 2014, impegno che ha portato l’azienda a raggiungere tutti gli obiettivi strategici prefissati ad inizio anno. Lo stesso Presidente ha evidenziato come sia indispensabile proseguire su questa rotta, in quanto, c’è ancora tanto da lavorare per non disperdere tutto il lavoro fatto in questi anni.

Al Presidente Miscia è seguita la relazione del Direttore Generale Michele Albanese, il quale nel suo intervento ha messo in luce come il 2014 sia stato un anno ricco di soddisfazioni per la Banca Monte Pruno, ma anche molto dispendioso dal punto di vista delle energie, degli investimenti e del sacrificio richiesto all’intera struttura che, comunque, è riuscita, ancora una volta, a dare risposte concrete al territorio. I margini di crescita della Banca, + 45 milioni di euro di risparmi raccolti tra la clientela e + 21 milioni di euro di prestiti erogati al territorio, confermano un trend consolidato nel corso degli anni. Il Direttore ha proseguito ricordando che essere tra i primi creatori di valore in Italia, così come confermato dall’Atlante delle Banche 2014, significa garantire al territorio la continua alimentazione del circuito del progresso attraverso l’amicizia, la fiducia, l’impegno e la vicinanza. Non potevano mancare alcuni brevi richiami al Monte Pruno Day, all’apertura della sede distaccata di Potenza ed alla giornata dedicata al compianto Presidente Albanese. Il Direttore Albanese ha concluso i lavori evidenziando gli obiettivi che il Consiglio di Amministrazione ha fissato per il 2015 e dettando le linee guida per proseguire sulla strada intrapresa dalla Banca Monte Pruno: tanta professionalità, una buona dose di originalità, coraggio, insieme a incrollabile tenacia, qualche sano dubbio e tanto lavoro di squadra.

La convention è stata chiusa da Rossella Di Chiara, docente di Accademia BCC, la società del Credito Cooperativo specializzata nella formazione. La stessa ha sottolineato come la Banca Monte Pruno rappresenti un esempio importantissimo all’interno del movimento del credito cooperativo italiano ed i contenuti emersi nella Convention confermano tutto questo. Rossella Di Chiara ha sottolineato, tra l’altro, come la Banca Monte Pruno soddisfi pienamente quella che è la piramide delle responsabilità sociali dimostrando quotidianamente responsabilità economica, legale, etica e comunitaria, in poche parole, ciò che una BCC deve essere per il territorio.

Alla fine applausi per tutti e consueto scambio degli auguri dinnanzi la torta marchiata Banca Monte Pruno che celebra il 2014, ma già guarda con positività e grandi motivazioni al 2015.

Dott. Antonio Mastrandrea
Resp. Comunicazione Banca Monte Pruno

Accedi all'In-Bank

login a In-Bank

newsletter

Iscriviti GRATIS alla newsletter Banca Monte Pruno e resta aggiornato su tutte le novità!

Ho letto e accettato l'informativa sulla privacy